Home

2019: Campagna di sensibilizzazione sull’abbattimento delle barriere

Barriere architettoniche, sociali, culturali… quante  ne troviamo ogni giorno nella nostra vita quotidiana.

L’associazione IMPEGNO DONNA si pone come referente e collettore per supportare i cittadini nel promuoverne il loro abbattimento, collaborando con istituzioni e  amministrazioni  pubbliche  affinché venga garantito il rispetto dei diritti delle persone con disabilità e per sollecitare l’attuazione di interventi mirati all’abbattimento di barriere architettoniche che sono sempre anche espressione
di barriere culturali – v. mission dell’associazione IMPEGNO DONNA nella pagina STATUTO.

Vi invitiamo pertanto a segnalarci casi di barriere architettoniche o di discriminazioni subite a causa della presenza di barriere architettoniche, partendo dalla regione Lazio, dove abbiamo sede legale e operativa, contattandoci via email o telefonando al numero che trovate nei contatti.

Nel corso del 2019 organizzeremo incontri dedicati in particolare all’accessibilità ed alla mobilità per tutti.

Abbiamo organizzato anche uno sportello legale con una professionista di nostra fiducia che sarà disponibile ogni venerdì ad incontrare i nostri soci prenotando un primo colloquio tramite l’associazione – i dettagli sulla pagina SPORTELLO LEGALE.

A giugno 2018 abbiamo avviato il progetto de “La Spiaggia della Solidarietà e dell’Inclusione”, IMPEGNO DONNA Beach Village, una spiaggia senza barriere situata sul litorale di Marina di Ardea, in un’area della Città Metropolitana di Roma Capitale particolarmente bella e accogliente in un tratto di mare pulito.  Il nostro intento è innanzi tutto di offrire un servizio sociale alle persone che hanno difficoltà motorie dovute all’età, allo stato di gravidanza, ad una temporanea o permanente disabilità accogliendole al meglio e fornendo loro assistenza per accompagnarli in mare e per garantire loro la piena fruizione di tutti i servizi offerti dalla spiaggia in un ambiente inclusivo e senza barriere adatto ad accogliere davvero tutti – v. pagina SPIAGGIA SENZA BARRIERE.

testo

per l’organizzazione della spiaggia con un progetto specificamente dedicato all’accessibilità e fruibilità anche da parte delle persone con disabilità, seguendo la Legge 9 gennaio 1989 n. 13 “Disposizione per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati” e la relativa Circolare n. 259 del 23 gennaio 1990 del Ministero della Marina Mercantile che ne estende l’applicazione agli stabilimenti balneari.

Finalmente una spiaggia dove le persone con disabilità permanente o temporanea possono accedere agevolmente e fruire dei servizi offerti dal Beach Village di IMPEGNO DONNA in uno dei tratti del litorale vicino Roma dove l’acqua è più pulita, con camminamento fino alla sedia JOB per fare il bagno a mare, piazzole dedicate alle carrozzine accanto a lettini rialzati, docce ad altezza carrozzina, servizi igienici adeguati, accoglienza e area ombreggiata da un gazebo con pavimentazione prefabbricata per ridurre e abbattere una grande barriera architettonica di tipo fisico come la sabbia e barriere culturali ancora molto forti attraverso la solidarietà e l’inclusione, dedicata a chi ha difficoltà a muoversi sulla sabbia e ovviamente aperta a tutti coloro che condividono gli stessi valori di solidarietà e inclusione.

L’Associazione IMPEGNO DONNA garantisce ai frequentatori della spiaggia attrezzata una vigilanza costante dell’area, ripulita dal degrado di anni di spiaggia libera, per consentire ai soci di vivere il mare in relax e tranquillità sostenendo un progetto di solidarietà e inclusione sociale.

Si coglierà l’occasione per ricordare il Socio PASQUALE VINCITORIO, scomparso un mese fa all’età di 59 anni, alla presenza della moglie, Signora Emanuela Verdone e dei genitori che insieme ai colleghi hanno voluto ringraziare l’Associazione IMPEGNO DONNA per aver finalmente reso accessibile il mare e la spiaggia a TUTTI con una donazione che è stata utilizzata per l’acquisto di una passerella blu navy che arriva fino alla battigia dove è stata posizionata la sedia JOB per accompagnare le persone con disabilità motoria in acqua…

Dalle parole della moglie Emanuela: ” Trovo che l’acquisto fatto in ricordo di Pasquale non poteva che essere il più azzeccato: la tanto agognata passerella che da sempre entrambi sognavamo di trovare stesa sulle  spiagge dove ci recavamo………. compresa anche quella difronte casa nostra a Torvajanica!!! 

È sempre rimasto un “sogno” che, invece, oggi, si avvera, per le tante persone che vogliono godersi il mare proprio come avrebbe fatto Pasquale. Evviva!