Home

Barriere architettoniche, sociali, culturali… quante  ne troviamo ogni giorno nella nostra vita quotidiana.

L’associazione IMPEGNO DONNA APS si pone come referente e collettore per supportare i cittadini nel promuoverne il loro abbattimento, collaborando con istituzioni e  amministrazioni  pubbliche  affinché venga garantito il rispetto dei diritti delle persone con disabilità e per sollecitare l’attuazione di interventi mirati all’abbattimento di barriere architettoniche che sono sempre anche espressione
di barriere culturali – v. MISSION dell’associazione IMPEGNO DONNA APS.

L’obiettivo è in particolare di facilitare la creazione di una comunità inclusiva dove la solidarietà e la valorizzazione delle differenze porti al superamento di tante barriere culturali anche attraverso una campagna di sensibilizzazione permanente per un cambio di paradigma culturale e di un profondo rinnovamento nella direzione della promozione e realizzazione di una società realmente inclusiva, in cui sia riconosciuto il valore del contributo di ciascuno e in cui siano garantiti il pieno godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali per tutti i cittadini – v. la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, che, dopo l’importante definizione che viene data nel preambolo: “Riconoscendo che la disabilità è un concetto in evoluzione e che la disabilità è il risultato dell’interazione tra persone con menomazioni e barriere comportamentali ed ambientali, che impediscono la loro piena ed effettiva partecipazione alla società su base di uguaglianza con gli altri”, all’articolo 1) specifica “Scopo della presente Convenzione è promuovere, proteggere e garantire il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità, e promuovere il rispetto per la loro intrinseca dignità”, e all’art. 3) tra i Principi pone “la piena ed effettiva partecipazione e inclusione nella società”.

Siamo convinti che, per rendere effettiva ed efficace questa buona pratica per i diritti di tutti a non essere esclusi, occorra una battaglia culturale, una pratica educativa ed una tensione morale a livello quotidiano, in tutti gli aspetti della vita. Crediamo in particolare nella rilevanza della promozione di spazi ludico-ricreativi dove tutti possano sentirsi a proprio agio e possano esercitare il proprio diritto a divertirsi e relazionarsi con altre persone senza alcuna discriminazione.

Ecco perché a giugno 2018 abbiamo avviato il progetto de “La Spiaggia della Solidarietà e dell’Inclusione”, IMPEGNO DONNA Beach Village, una spiaggia senza barriere situata sul litorale di Marina di Ardea, in un’area della Città Metropolitana di Roma Capitale particolarmente bella e accogliente in un tratto di mare pulito. Il nostro intento è innanzi tutto di offrire un servizio sociale alle persone che hanno difficoltà dovute ad una temporanea o permanente disabilità, all’età, allo stato di gravidanza, accogliendo tutti i tipi di disabilità, sensoriale, intellettivo-relazionale o motoria in una comunità dove i valori della solidarietà e dell’inclusione siano preponderanti.